INFORMA SOCI

Ns. rif. :  Informa soci e sostenitori anno 2013                         Mantova,  gennaio  2014

 

Agli AMICI dell’ Istituto Oncologico Mantovano (IOM – ONLUS)

 

A conclusione dell’ esercizio 2013 lo IOM , come consuetudine, ritiene doveroso informare i soci e i tanti sostenitori, sull’attività in favore dei malati oncologici svolta grazie alle generose donazioni pervenute.

Si sintetizzano di seguito le molteplici iniziative attuate in sinergia con la Direzione Strategica   dell’Azienda Ospedaliera “C. Poma” nonché con le Strutture Operative di Oncologia Medica ed Ematologia e di Cure Palliative (Hospice e ospedalizzazione domiciliare)  e l’Unità di Chirurgia Senologica.

L’impegno profuso nella attività di accoglienza,  accompagnamento e  ascolto svolta dai volontari, nonché il sostegno finanziario dei progetti di ricerca e cura ha consentito un concreto miglioramento della qualità di vita dei pazienti oncologici e dei loro familiari,  che trova riscontro nel consenso dei destinatari e di quanti condividono le finalità promosse dalla nostra associazione.

 

PROGETTI di   STUDIO,  RICERCA e  CURA

-          Progetto di ottimizzazione diagnostico/terapeutica per pazienti affetti da patologie oncologiche e/o        oncoematologiche : riguarda la costituzione di una rete sinergica sui presidi di Mantova, Asola e Pieve di Coriano caratterizzata da un miglioramento omogeneo di assistenza, ricerca e didattica con l’intento di limitare al minimo la necessità di migrazionedei pazienti dal territorio della provincia verso altre regioni e fare in modo che ogni paziente che si rivolge all’Azienda Ospedaliera possa incontrare percorsi diagnostico terapeutici omogenei e facilitati.. Lo IOM partecipa col finanziamento  del  contratto di prestazione d’opera  libero professionale, per un medico ematologo, ad integrazione dell’organico della S.C. di Oncologia-Ematologia.

 

-          Progetto “ Trapianto autologo di cellule staminali periferiche in pazienti oncoematologici” : lo IOM ha finanziato il  contratto annuale libero professionale del Dr. Paolo Ricci , già trapiantologo presso l’Università di Bologna , quale consulente per  garantire i livelli raggiunti nello specifico servizio. Si sottolinea che dall’inizio sono stati portati a termine oltre 55 trapianti,  risultato che ha consentito di eliminare i  notevoli disagi legati al ricordo di strutture fuori provincia. Tenuto conto che per l’attuazione del progetto in parola è necessaria la messa a punto, presso il Servizio Immuno Trasfusionale, della metodica di di criopreservazione delle cellule staminali di sangue periferico, lo IOM ha garantito il finanziamento di un incarico professionale ad una biologa.

 

-          Progetto “Laboratorio Estetico”: lo IOM ha finanziato la realizzazione di un servizio di consulenza estetica, presso la propria Sede, destinato alle donne provate dalle cure oncologiche con l’obiettivo di aiutare a riacquistare benessere, recuperare fiducia nell’aspetto fisico, valorizzare la bellezza, potenziare l’energia e la forza psichica. Il servizio “gratuito” si svolge previo appuntamento telefonico (Tel. 0376 223502) . L’attività di tale servizio, garantita da professioniste del settore , nel corso del 2013  ha trovato un sempre crescente ricorso da parte delle pazienti.

 

 

-            Piano di collaborazione con la S.C. di Cure Palliative : lo IOM, quale Onlus di riferimento ,  ha assicurato un costante sostegno a tutta l’attività della Struttura.  Gli interventi più rilevanti nel corso del 2013 sono stati :

a)  donazione di ulteriori 5 autovetture Panda Van, attrezzate,  con potenziamento del  parco auto utilizzato dal   Servizio di Ospedalizzazione Domiciliare che ora può contare su 13 automezzi donati dallo IOM

b) donazione di presidi protesici destinati al miglioramento della qualità della degenza

c) interventi diretti di finanziamento dei piani di formazione del personale sanitario (corsi extra aziendali, partecipazione convegni, corso di aptonomia, corso di cure palliative pediatriche)

d) contratto a progetto con una  psiconcologa per l’inserimento in Hospice della pet therapy e della musicoterapia. Alla stessa professionista inoltre è stato affidato  il coordinamento del progetto “laboratorio estetico” e della attività  divulgativa delle cure palliative destinata agli studenti delle scuole superiori nonché alla formazione continua dei volontari IOM.

e) rifacimento del cortile contiguo alla Palazzina dell’Hospice secondo un criterio estetico ispirato al c. d Hortus Conclusus, integrando in questo modo i giardini già realizzati lo scorso anno per una fruizione da parte dei ricoverati e loro familiari

 

 

Attività  di  VOLONTARIATO (Operativi 67 volontari a Mantova e 15 a Viadana)

 

I servizi garantiti attualmente dai volontari IOM sono:

-          Servizio di accoglienza “Front Office” del Day Hospital della S.C. Oncologia Medica ed Ematologia:

il servizio garantisce la presenza di due volontarie, dal Lunedì al Venerdì, al mattino dalle ore 7,30 alle ore 12,30  e  una al pomeriggio dalle 14,00 alle 16,00.

-    Servizio di accoglienza “Front Office” ambulatorio di “follow up” (controllo periodico) senologico:

il servizio garantisce la presenza di una volontaria da lunedì a venerdì al mattino dalle ore 8,00 alle ore 12,00

-          Servizio nel Reparto di Degenza della S.C. Oncologia Medica ed Ematologia :

il servizio garantisce, con due volontari, la distribuzione del the,  ai pazienti e familiari ( tutti i  pomeriggi della settimana, comprese le festività), consentendo un contatto diretto e personale di sostegno psicologico.

-          Servizio presso l’Hospice – Ospedalizzazione Domiciliare :il servizio garantisce la presenza di due volontari nell’attività di accoglienza e segreteria nell’arco della giornata dal Lunedì al Venerdì; viene garantita altresì  la distribuzione del the ai pazienti e familiari, tutti i  giorni. Un volontario svolge periodicamente una seduta di musicoterapia, che è una modalità di approccio alla persona che utilizza la musica o il suono come strumento di comunicazione non-verbale, per interagire con i pazienti.

 

Si evidenzia che l’attività sopra descritta rappresenta un momento importante di affiancamento, di ascolto e accompagnamento dei pazienti e loro familiari .

 

Attività  di  FORMAZIONE,  INFORMAZIONE,  DIVULGAZIONE

Nel mese di dicembre  2013 è terminato un corso di Formazione che consentirà  l’immissione di 14 nuovi volontari. Per  la formazione continua dei volontari già attivi sono state effettuate con frequenza bimestrale sedute guidate dalla Dr.ssa Aleotti Paola. Numerose  sono state le iniziative, in vari centri della Provincia,   di  informazione sulle problematiche e sulla cura della patologia neoplastica nonché delle cure palliative e altresì presso vari Istituti Scolastici (Liceo Scientifico Belfiore , Liceo di Asola)

 

Anche il 2014 vedrà lo IOM impegnato in una nuova sfida in piena sintonia con le Strutture Ospedaliere del “C. Poma”. Si assicura inoltre la continuità nell’impegno dei volontari così importante sul piano del supporto ai pazienti  oncologici e loro familiari, impegno che caratterizza l’attività dello IOM e reso possibile dal generoso contributo dei tanti che ne apprezzano  l’attività e ai quali va il ringraziamento dello IOM a nome di tutta la collettività.

 

IL PRESIDENTE

Rag. Attilio Anserini

Additional information