Cancro al seno, Istituto Veronesi più vicino

  • Print

dalla Gazzetta di Mantova del 31 Gennaio 2017

Fisioterapista del Poma diventa riferimento provinciale per le donne operate al centro milanese

Filo diretto tra lo IEO-Istituto Europeo di Oncologia e la Medicina Fisica e Riabilitativa dell' ASST di Mantova. Grazie all'Istituto Oncologico Mantovano,presieduto da Attilio Anserini e da sempre impegnato nel favorire l'aggiornamento dei professionisti che operano con pazienti oncologici, la fisioterapista del Poma Laura Mutti ha partecipato al percorso formativo “La Fisioterapia dopo Chirurgia per Carcinoma Mammario”, che si è svolto allo IEO di Milano, fondato da Umberto Veronesi. Al termine del corso la fisioterapista dell'Asst di Mantova è stato inserito nell'elenco dei fisioterapisti cui lo Ieo fa riferimento sul territorio nazionale.Da ora in poi anche le donneche si rivolgono all’ospedale milanese per l'intervento chirurgico saranno indirizzate alla Medicina Fisica e Riabilitativa dell'ospedale di Mantova,diretta da Paolo Bovo, per proseguire nel recupero motorio che include oltre alla Rieducazione Funzionale anche il trattamento manuale delle cicatrici e delle Aws (piccoli cordoncini fibrotici dolorosi), il linfotapinge il linfodrenaggio. Tutto questo in sedute individuali in cui il rapporto paziente-fisioterapista diventa parte integrante del trattamento. In caso di problemi il contatto con  i fisioterapisti Ieo è costante, a ulteriore garanzia per la paziente.La formazione di colleghi in tutta Italia è un obiettivo importante per lo IEO, in particolar e per quanto riguarda le donne operate al seno. Infatti all'istituto si rivolgono pazienti da tutta Italia e dall'estero ed è garantito loro il trattamento fisioterapico nell'immediato post-operatorio. Tuttavia, poche pazienti possono restare aMilano per tutta la durata delle terapie successive all' intervento.Da qui la necessità di avere un elenco di colleghi cui indirizzare le pazienti dopo il ritorno a casa.La fisioterapista di Mantova ha potuto affiancare i colleghi milanesi nel loro lavoro sia in reparto sia negli ambulatori edi scambiare con loro osservazioni ed esperienze.Si è potuto verificare sulcampo che i tempi e le modalità di intervento attuate al Carlo Poma ed all’Istituto europeo nell'immediato pos-toperatorio sono sostanzialmente sovrapponibili.A favore dell'ospedale di Mantova c'è la presa in carico immediata nel momento della dimissione (l'appuntamento per la sedute di Riabilitazione viene fissato entro pochi giorni),esperienza apprezzata dai colleghi Ieo. «L'Asst di Mantova– si legge in una nota dell’ospedale – offre un percorso senologico completo di alto livello, che segue la donna con problemi di patologia mammaria dalla diagnosi alla cura eal follow-up, integrando professionisti delle strutture di Chirurgia Senologica, Radiologia,Psicologia Clinica e Medicina Fisica e Riabilitativa».