collaborare, mediante propri volontari, con il personale sanitario nell'assistenza a favore dei pazienti oncologici;

collaborare ai servizi di assitenza, di ospedalizzazione domiciliare e di cure palliative per pazienti affetti da malattie neoplastiche, anche con la donazione di automezzi, ausili e presidi terapeutici;

accrescere, con l'acquisto di apparecchiature scientifiche, la dotazione di strumentazioni sanitarie dell'Azienda Ospedaliera "Carlo Poma";

favorire una maggiore sensibilizzazione dell'opinione pubblica in generale, delle Istituzioni e degli Enti pubblici e privati, sui molteplici, complessi problemi posti dalla malattia;

favorire il superamento del tabù sociale nei confronti delle malattie tumorali, con una informazione continuamente aggiornata sui progressi della ricerca sia attraverso il proprio sito Internet sia con incontri e convegni;

organizzare corsi di formazione nelle scuole, rivolti a stimolare nei giovani stili di vita positivi per il loro futuro;

promuovere, collaborare o partecipare a progetti di ricerca scientifica sulla terapia e l'assistenza della patologia neoplastica;

istituire e finanziare borse di studio a favore di giovani ricercatori impegnati in campo oncologico;

offrire aiuto psicologico, attenzione, vicinanza, solidarietà, condivisione al degente e ai suoi familiari, tramite il proprio SERVIZIO di CONSULENZA PSICOLOGICA;

progettare e finanziare percorsi formativi rivolti a volontari e personale sanitario per il conseguimento dei propri fini istituzionali;

promuovere tutte le possibili forme di collaborazione in rete con ogni altra associazione che si proponga analoghe finalità.

A conclusione dell’ esercizio 2014 lo IOM , come consuetudine, ritiene doveroso informare i soci e i tanti sostenitori, sull’attività in favore dei malati oncologici. Si sintetizzano di seguito le molteplici iniziative attuate in sinergia con la Direzione Strategica dell’Azienda Ospedaliera “C. Poma” nonché con le Strutture di Oncologia Medica ed Ematologia e di Cure Palliative (Hospice e ospedalizzazione domiciliare)  , l’Unità di Chirurgia Senologica e la Struttura di Medicina Fisica e Riabilitativa.L’impegno profuso nella attività di accoglienza,  accompagnamento e  ascolto svolta dai volontari, nonché il sostegno finanziario dei progetti di ricerca e cura ha consentito un concreto miglioramento della qualità di vita dei pazienti oncologici e dei loro familiari,  che trova riscontro nel consenso dei destinatari e di quanti condividono le finalità promosse dalla nostra associazione con generose donazioni.

PROGETTI  di   STUDIO,  RICERCA  e  CURA

Progetto “ Trapianto autologo di cellule staminali periferiche in pazienti oncoematologici” : lo IOM ha finanziato il  contratto annuale libero professionale del Dr. Paolo Ricci , già trapiantologo presso l’Università di Bologna , quale consulente per  garantire i livelli raggiunti nello specifico servizio. Il risultato ha consentito di eliminare i  notevoli disagi legati al ricorso  a strutture fuori provincia. Tenuto conto che per l’attuazione del progetto in parola è necessaria la messa a punto, presso il Servizio Immuno Trasfusionale, della metodica di crioconservazione delle cellule staminali di sangue periferico, lo IOM ha garantito il finanziamento di un incarico professionale ad una biologa impiegata a  tempo pieno in questo rilevante progetto di ricerca.

Progetto “Laboratorio Estetico”: lo IOM ha finanziato la realizzazione di un servizio di consulenza estetica, presso la propria Sede, destinato alle donne provate dalle cure oncologiche con l’obiettivo di aiutare a riacquistare benessere, recuperare fiducia nell’aspetto fisico, valorizzare la bellezza, potenziare l’energia e la forza psichica. Il servizio “gratuito” si svolge previo appuntamento telefonico (Tel. 0376 223502) . L’attività di tale servizio, garantita da 4 professioniste del settore , nel corso del 2014 ha conosciuto un sensibile potenziamento grazie al diretto contatto con le pazienti interessate già in occasione del loro accesso al Day Hospital dell’Oncologia. 
Progetto “Nordic Walking” : accertato che la attività fisica svolta secondo una precisa tecnica (Nordic Walking)  è  convalidata anche in sede di medicina riabilitativa , lo IOM ha promosso con il Patrocinio dell’Azienda Ospedaliera “C. Poma” ed il supporto delle Strutture Complesse di Oncologia, Senologia e Medicina Fisica e Riabilitativa , un progetto sinergico con l’ associazione Nordic Walking di Mantova che opera con personale qualificato in favore dei pazienti oncologici  con particolare riguardo alle donne operate al seno.

Piano di collaborazione con la S.C. di Cure Palliative :  lo IOM, quale Onlus di riferimento ,  ha assicurato      un costante sostegno a tutta l’attività della Struttura.  Gli interventi più rilevanti nel corso del 2014 sono stati :

a) donazione di presidi protesici destinati al miglioramento della qualità della degenza

b) interventi diretti di finanziamento dei piani di formazione del personale sanitario (corsi extra aziendali, partecipazione convegni, corso di cure palliative pediatriche)

c) contratto a progetto con una  psiconcologa. Alla stessa professionista è stato affidato  il coordinamento del progetto “laboratorio estetico” e della attività  divulgativa delle cure palliative destinata agli studenti delle scuole superiori nonché alla formazione continua dei volontari IOM.

d) manutenzione dei giardini in precedenza realizzati dallo IOM  attorno la palazzina dell’Hospice per una fruizione dei ricoverati e loro familiari.e) sponsorizzazione di eventi finalizzati al potenziamento e alla crescita nella sensibilità sociale dei temi oggetto dell’attività delle cure palliative culminata con la partecipazione all’organizzazione del Convegno Interaziendale Cure Palliative “I linguaggi della Bellezza e della Cura “ tenutosi al teatro Bibiena di Mantova il 22/11/14. In tale ottica va letta la sponsorizzazione in sede del Festival Letteratura dell’evento dal titolo “Una morte umana” che ha visto il confronto tra la psicologa di fama internazionale Maria De Hennezel, lo scrittore Francesco Abate e il Dr. Luciano Orsi responsabile delle Cure Palliative del “C.Poma”

Piano di collaborazione con la S.C. di Oncologia medica ed ematologia : si riportano gli interventi di sostegno più rilevanti in favore della citata S.C. rispetto alla quale lo IOM si pone quale Onlus di riferimento :a) Ristrutturazione logistica in DH delle sale di infusione chemioterapica con donazione di  9 poltrone polifunzionali con cambio di passaggio posturale facilitatob) Promozione in sinergia con “donatori di musica” di incontri musicali per il sostegno terapeutico di pazienti e familiaric) Sostegno per la qualificazione formativa di una biologa ricercatrice operante nel Consultorio Genetico Oncologico (CGO).
Lo IOM , nella persona del suo Presidente è riconosciuto con apposite delibere Referente delle Organizzazioni di Volontariato nell’ambito del Dipartimento Interaziendale Provinciale Oncologico (DIPO) e del Comitato Esecutivo del Dipartimento Interaziendale e Funzionale di Coordinamento della rete locale delle Cure Palliative (DICP).
Attività  di  VOLONTARIATO  (Operativi 67 volontari a Mantova e 15 a Viadana)
I servizi garantiti attualmente dai volontari IOM sono:

- Servizio di accoglienza “Front Office” del Day Hospital della S.C. Oncologia Medica ed Ematologia

- Servizio di accoglienza “Front Office” ambulatorio di “follow up” (controllo periodico) senologico

- Servizio nel Reparto di Degenza della S.C. Oncologia Medica ed Ematologia

- Servizio presso l’Hospice – Assistenza Specialistica Territoriale Cure Palliative

Attività  di  FORMAZIONE,  INFORMAZIONE,  DIVULGAZIONE


Nel mese di dicembre  2014 è terminato un corso di Formazione che consentirà  l’immissione di  nuovi volontari. Per  la formazione continua dei volontari già attivi sono state effettuate con frequenza bimestrale sedute guidate dalla Dr.ssa Aleotti Paola. Numerose  sono state le iniziative, in vari centri della Provincia,   di  informazione sulle problematiche e sulla cura della patologia neoplastica nonché delle cure palliative e altresì presso vari Istituti Scolastici .
Anche il 2015 vedrà lo IOM impegnato in nuove sfide  in piena sintonia con le Strutture Ospedaliere del “C. Poma”. Si assicura inoltre la continuità nell’impegno dei volontari così importante sul piano del supporto ai pazienti  oncologici e loro familiari, impegno che caratterizza l’attività dello IOM e reso possibile dal generoso contributo dei tanti che ne apprezzano  l’attività e ai quali va il ringraziamento dello IOM a nome di tutta la collettività.

Informazioni aggiuntive