LA DONAZIONE

LA DONAZIONE

dalla Gazzetta di Mantova del 23 gennaio 2020

I televisori dello Iom in stanze stile Gauguin

Alla presentazione della nuova area di degenza senologica riflettori puntati anche sullo Iom,

l'Istituto oncologico mantovano presieduto da Attilio Anserini. Lo Iom ha dotato le stanze di televisori.

L'associazione ha inoltre donato di recente un'apparecchiatura per il lipofilling, tecnica per migliorare

i risultati estetici degli interventi chirurgici. La struttura di Senologia,che non trascura l'approccio

umanizzante alla malattia, ha puntato anche sull'arte e sulla bellezza mediante pannelli in fase di elaborazione

che avranno per protagoniste le donne dell'arte:

La ragazza con l'orecchino di perla di Jan Vermeeer, La dama con l'ermellino di Leonardo Da Vinci,

Le tre età della donna di Gustav Klimt e Due donne tahitiane di Paul Gauguin.

 

La legge concorrenza n. 124/2017

La legge concorrenza n. 124/2017 ha introdotto specifici obblighi di pubblicità e trasparenza a carico di una platea di soggetti, tra cui gli enti non profit. Tra questi obblighi è prevista la pubblicizzazione dei vantaggi  ricevuti dalle pubbliche  amministrazioni di qualsiasi genere essi siano allorquando la somma di tali  vantaggi superi    l’importo di € 10.000,00.

In ossequio a tale obbligo l’Istituto Oncologico Mantovano comunica quanto segue:

Denominazione e codice fiscale dell’ente ricevente:

ISTITUTO ONCOLOGICO MANTOVANO (IOM – ODV)  c.f.  93011230203

  • Denominazione del soggetto erogante: AGENZIA delle ENTRATE
  • Importo: € 56.978,78
  • Data di incasso: 07/08/2019
  • Causale:  5 X Mille

Gara per giovani creativi: le calze aiuteranno lo Iom

Dalla Gazzetta di Mantova del 15 Novembre 2019

il “Premio Calze 2020”, promosso dal marchio About Socks dell’omonima start up di San Benedetto. In collaborazione con Filmar Spa, Consorzio Filoscozia, About Socks scopre la sua anima più profonda, solidale e di qualità, con l’impegno a destinare il 10% del ricavato all’Istituto Oncologico Mantovano Iom Mantova.

SAN BENEDETTO PO. Un concorso per giovani creativi e designer, per dar loro visibilità e future opportunità di lavoro. È il “Premio Calze 2020”, promosso dal marchio About Socks dell’omonima start up di San Benedetto. In collaborazione con Filmar Spa, Consorzio Filoscozia, About Socks scopre la sua anima più profonda, solidale e di qualità, con l’impegno a destinare il 10% del ricavato all’Istituto Oncologico Mantovano Iom Mantova.
Il bando alla seconda edizione, ma in continuità con il “Premio Marketing” dell’Associazione Culturale Marketing nelle Pmi, è rivolto a tutti gli studenti dell’Accademia, designer, artisti e creativi, di età compresa fra i 18 e 35 anni. I concorrenti dovranno proporre nuove idee per calze da uomo, presentando 5 disegni o pattern in formato bmp. L’iniziativa ha come partner i Comuni di San Benedetto Po, Quistello, Gonzaga e Moglia, Confesercenti, Confartigianato, Legacoop, Istituto Manzoni ed altri.

Ambulatorio dietetico per i tumori femminili

Dalla Gazzetta di Mantova del 15 Novembre 2019

Nell’Oncologia del Poma da venerdì sarà attivo un ambulatorio dietetico per la prevenzione oncologica femminile dedicato alle donne con sindrome metabolica, e quindi ad elevato rischio cardiovascolare, che hanno avuto tumori ginecologici o al seno.


L’ambulatorio è stato voluto dalla direzione medica del presidio di Mantova, diretta dalla dottoressa Consuelo Basili, ed è gestito dalla Nutrizione clinica artificiale e servizio dietetico in collaborazione con la biologa e nutrizionista Maria Chiara Bassi.

L’obiettivo è prevenire eventuali recidive cambiando stile di vita alimentare e migliorando la qualità di vita e il benessere della paziente.

Si tratta di un esempio di medicina integrata che nasce dalla consapevolezza che le sole cure mediche e farmacologiche non bastano, ma è necessario affiancare un corretto stile di vita. Fondamentale per la realizzazione dell’ambulatorio è stata la donazione di un impedenziometro da parte di Iom, l’istituto oncologico mantovano. —

È scomparso Voltolini, decano dei volontari dell’istituto oncologico

dalla Gazzetta di Mantova del 21 Novembre 2019

MANTOVA.

L’Asst di Mantova e in particolare i professionisti dei reparti di Oncologia e Cure Palliative piangono la scomparsa di Giuseppe Voltolini, storico volontario dello Iom(Istituto Oncologico Mantovano) deceduto nei giorni scorsi all’età di 82 anni. Voltolini è stato il primo volontario a seguire il corso di formazione di Iom nel 1989, quando la struttura di Oncologia muoveva i primi passi. Ha rappresentato un punto di riferimento per i volontari, che accompagnava nel periodo di tirocinio e che supportava anche dal punto di vista organizzativo con la predisposizione dei turni mensili.

I professionisti del reparto lo ricordano così: «Nessun dovere è così urgente come quello di ringraziare chi ci ha aiutato.

Ci hai regalato giornate di sole quando intorno era solo buio e grigio. Sei stato un amico nostro, un amico dei malati, un amico dei mantovani. Grazie di cuore, non ti dimenticheremo mai. I tuoi amici di Oncologia». I volontari di Iom hanno partecipato commossi al funerale celebrato lunedì salutando l’amico con parole struggenti: «Sempre in prima linea non gli apparteneva il protagonismo al quale anteponeva l’impegno umile, ma tenace a favore delle persone che soffrono».


Additional information